domenica 25 novembre 2012

Tutorial gonnellina di lana

Mia suocera ha comprato questa lana "effetto pizzo" che in realtà si chiama lana flamenco, le era piaciuta perché una volta lavorata crea un vero e proprio effetto pizzo. In realtà però né io né lei sapevamo bene come lavorarla così mi sono messo alla ricerca... ho scoperto che è da un bel po' che esiste ma sinceramente non l'avevo mai vista. Si presenta come un normale gomitolo da lavorare con ferri 7 - 8 e in realtà si può lavorare così oppure aprendolo durante la lavorazione...

... così, basta srotolarlo e infilzare nella parte superiore alla distanza che preferite, ovviamente sempre la stessa altrimenti il lavoro risulta irregolare; la parte "di riccetto" va sul davanti.

Mia suocera l'aveva comprata con l'idea di fare una gonnellina per la sua nipotina e quindi così è stato. Ho preso le misure di una gonnellina che aveva, lei veste 3 -4 anni.
Servono all'incirca 5 gomitoli da 50 g e ferri n. 8

DIETRO
Avviare 42 m e lavorare 2 ferri a maglia rasata, ora dal rovescio lavorare un ferro diritto iniziando ad aprire il filo in modo da creare i "riccetti" sul davanti.
Lavorare poi 1 ferro diritto e un ferro a "riccetto" per 3 volte.
Ora lavorare un ferro diritto diminuendo 1 maglia per parte dai lati lavorando assieme due maglie (40 m).
Proseguire con 1 f a "riccetto" e 1 f diritto per 3 volte e nell'ultimo f diritto diminuire ancora 1 m per parte dai lati (38 m).
Ripetere ancora 1 f a "riccetto" e 1 f diritto per 6 volte e nell'ultimo f diritto diminuire 1 m per parte dai lati (36 m).
Continuare con 1 f a "riccetto" e 1 f diritto per 3 volte e nell'ultimo f diritto diminuire 1 m per parte dai lati (34 m).
L'effetto che si ottiene è quello della foto qui sotto.
Lavorare gli ultimi ferri a "riccetto" così: 1 f "riccetto" + 1 f diritto + 1 f "riccetto" + 1 f diritto.
Ora continuare a maglia rasata fino alla fine chiudendo subito 1 m per parte dai lati (32 m), lavorando in totale 6 ferri.
Non chiudere le maglie ma lasciarle in sospeso su un altro ferro.

DAVANTI
Lavorare come il dietro iniziando però con 2 m in meno cioè 40.
Una volta terminate le due parti tenendo sempre le maglie in sospeso unire i lati con lo stesso filo usando l'uncinetto ( potete anche usare l'ago se ne avete uno abbastanza grande da far passare il filo).

Ora i lati sono uniti non resta che chiudere le maglie della vita. Con il filo rimasto dall'inizio del lavoro e con l'ago (finalmente il filo è passato!) chiudere le maglie. Piegare a metà verso l'interno la parte del lavoro a maglia rasata e sfilare una per volta le maglie dal ferro facendo passare il filo con l'ago all'interno della maglie, fermare con un punto la maglia; ripetere per tutte le maglie fino alla fine. Io ho preferito far passare subito l'elastico in vita evitando così di passarlo dopo, non so se si vede dalla foto...

Una volta terminato il lavoro dovrebbe sembrare così dal rovescio

Ecco la gonna invece dal diritto in tutta la sua bellezza... appena la indosserà le faccio una foto così vediamo com'è indossata.

Grazie a Viviana per avermi assegnato il premio:

Nessun commento:

Posta un commento